1 Ottobre 2018

Copenaghen

Leggendo un articolo sulla qualità della vita in Europa, è emerso che Copenaghen è la città più vivibile al mondo… Sarà vero?

Prenotiamo un volo per Copenaghen.

Nel freddo Gennaio, armati di calze, sciarpe e cappelli di lana è iniziato il nostro tour di 4 giorni nella terra della sirenetta, passando per tunnel sottomarini, metro con zone relax e salmone in tutte le salse.

Arriviamo prestissimo alla volta della capitale della Danimarca, dove ci aspetta il primo check point: il cambio valuta! Eh si… in Danimarca la moneta ufficiale è la Corona Danese (DKK) dal valore di 0,13 cent.

Fatti i ticket per il treno con destinazione Central Station, sistemati i bagagli in hotel, ci avventuriamo per Vesterbrogade, la via dello shopping. Qui troviamo Hard Rock Cafè, rimaniamo stupiti da cosa c’è appeso sui muri. Sono presenti i vestiti di scena di innumerevoli celebrità: Madonna, Rihanna, Michael Jackson. Mangiamo molto bene, ma alla fine della cena ci imbattiamo nelle fantastiche Corone Danesi. Ti ricordi Francy? stavamo lasciando circa 25 euro di mancia, pensando che le monete, valessero meno delle banconote. Comunque questo Hard Rock Cafè è molto particolare. Passateci ne vale la pena.

Lasciamo la via principale, per arrivare al fantastico porto colorato Nyhavn. Casette colorate, costeggiano questo luogo meraviglioso e suggestivo, una volta utilizzato come vero e proprio porto commerciale ad oggi è uno dei luoghi della movida della capitale, molteplici bar, bistrò e ristoranti completano il paesaggio. Qui, guardando il cielo, ci ricordiamo che siamo lontani dall’equatore. Sono appena le 15 e il sole sta tramontando. le luci si accendono e il porto cambia totalmente faccia. I colori si accentuano e tutto diventa surreale. Precisiamo inoltre che, sulle sponde del canale, visse lo scrittore Hans C. Andersen autore de ‘ La Sirenetta’, personaggio a cui la città ha dedicato una statua, simbolo della città.

L’indomani, “freschi” di colazione andiamo alla ricerca della patron della città, “the little mermaid”, la sirenetta –trovate un approfondimento nel prossimo post-. Per la prima volta prendiamo la metropolitana che ci lascia letteralmente di stucco: sala relax, divani, pulizia estrema, certo il biglietto è un po’ caro, sfiora i 4€ al cambio ma vale solo vedere questi treni “prima classe” in forma metropolitana.

Scendiamo alla fermata Østerport e con una breve passeggiata raggiungiamo la nostra amichetta 🙂

 

 

Camminando per i dintorni di Langelinie, troviamo uno scenario surreale, siamo a gennaio e il mondo sembra essersi fermato, è tutto innevato intorno a noi, addirittura il mare è ghiacciato. Dopo 750 foto ci avventuriamo verso Chiesa di Frederiks, la San Pietro danese, che affaccia di fronte il teatro dell’opera, separati dal canale, e proseguiamo con una lunga passeggiata verso la variopinta città libera di Christiania, è un angolo hippie dove si respira ancora l’aria di libertà, ci raccomandiamo di non fare foto perché gli abitanti non sono cosi disponibili.

 

 

 

 

 

Proseguiamo la nostra passeggiata alla volta del Palazzo Reale di Amalienborg, dove troviamo uno scenario tetro, la brina, l’imbrunire… sembra di essere in un film horror. Uscendo passiamo per La Torre Circolare o torre rotonda, il più antico osservatorio europeo ( ingresso circa 15€ compresa la mostra) e ormai notte, andiamo a cena in un bistrò, nei pressi dei giardini di Tivoli,dove mangeremo una bistecca eccezionale a soli 35€ (non molto economica questa città).

Il nostro ultimo giorno inizia con una bella passeggiata, dal nostro hotel, Good Morning+ Copenhagen Star, sito vicinissimo alla stazione raggiungiamo in  2 minuti i giardini di Tivoli, il più antico parco di divertimenti del mondo, dove storia e tradizione si intrecciano in questa fredda realtà (vi consigliamo di entrare nel negozio degli orsetti accanto all’ingresso al parco, potrete confezionare e vestire il vostro orsetto. Raccontarlo sembra assurdo ma una volta entrati in questo store, uscirete con 2/3 orsetti con ogni tipo di outfit !).

In poco più di 15 minuti arriviamo presso il Museo Nazionale della città.

 

Considerazioni e curiosità

Copenaghen è una della città più belle e più tranquille mai viste, non a caso è la prima delle capitali europee per la qualità della vita; ahimè è una città molto cara, o meglio proprio la Danimarca è uno stato con un alto reddito pro capite, pertanto i prezzi sono più alti rispetto i’Italia.

Vi consigliamo l’hotel Good Morning+ Copenhagen Star, per la vicinanza alla stazione.

Cambio: NON CAMBIATE denari presso l’aeroporto, il cambio è poco favorevole, consigliamo di ritirare in loco, oppure di pagare con carta.

Buon viaggio 🙂

written by Gian&Francy - Posted in #europe

Comments

9 thoughts on “Copenaghen

  1. Hey There. I found your blog using msn. This is a very well written article.
    I will be sure to bookmark it and come back to read more
    of your useful information. Thanks for the
    post. I will definitely return.

  2. Superb blog! Do you have any tips for aspiring writers?
    I’m planning to start my own blog soon but I’m a little lost on everything.
    Would you advise starting with a free platform like WordPress or go for a paid
    option? There are so many choices out there that I’m completely overwhelmed
    .. Any suggestions? Cheers!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *